Ingredienti integratori

Chiusura Estiva


Ortas International Group

    Chiusura festività natalizie

     Durante il periodo natalizio la Ortas International Group seguirà i seguenti giorni di chiusura:

        dal 22 Dicembre 2017 al 2 Gennaio 2018. 

Giorno 22 Dicembre 2017 la Ortas International Group sarà aperta dalle 9 alle 12 per rispondere alle telefonate.

Giorno 27 Dicembre 2017 la Ortas International Group sarà aperta dalle 9 alle 12 per rispondere alle telefonate.

I nostri uffici saranno aperti regolarmente dal 3 gennaio 2018.

Alkal basic

Agropyron repens o Gramigna
Famiglia: Poaceae
Genere: Agropyron
Descrizione: Pianta infestante erbacea che si riproduce tramite rizomi molto lunghi, le foglie sono lanceolate e con una leggera peluria, infiorescenza a spiga, la pianta può resistere sia ad alte che a basse temperature.
Distribuzione geografica: Nativa del continente europeo.
Origine: Descritta già nel IV secolo, questa pianta era conosciuta per le sue proprietà benefiche a livello del tratto urinario. È anche conosciuta come Dog's grass, in quanto ricercata dai cani per alleviare i dolori.
Parti utilizzate: Rizoma
Indicazioni: È indicata per la funzionalità delle vie urinarie e la depurazione dell'organismo. Favorisce quindi l'eliminazione delle scorie acide attraverso le urine e il drenaggio dei liquidi.
Asparagus officinalis o Asparago
Famiglia: Liliaceae
Genere: Asparagus
Descrizione: Pianta erbacea perenne che produce fiori femminili e maschili su piante differenti, i frutti sono delle bacche rosse contenenti semi neri, fiori a campanula di colore verde-bianco tendente al giallo.
Distribuzione geografica: Nativo della costa ovest dell'Europa.
Origine: 2000 anni fa veniva coltivato in Egitto e in Asia minore. Circa nel 200 a.C anche i Romani ne descrivono la coltivazione per uso alimentare. Era utilizzato per le sue caratteristiche officinali dai nativi d'America.
Parti utilizzate: Stelo
Indicazioni: Stimola la diuresi, aiuta l'eliminazione dell'acido urico attraverso le urine.
Citrato di Calcio
Descrizione: È il sale di Calcio dell’acido citrico. Altamente digeribile. È ampiamente utilizzato in ambito alimentare come additivo antiossidante e antiacido.
Indicazioni: È di beneficio per l'acidosi causata dall'alimentazione o dall'alterazione dei processi digestivi e metabolici. È utile per riequilibrare l'acidità dei tessuti e del sangue causata da fattori plurimi, come una dieta sbagliata o prolungate situazioni di stress, poichè contribuisce alla normale funzione degli enzimi digestivi.
Citrato di Magnesio
Descrizione: Il Magnesio citrato o Carbonato di Magnesio è la forma con cui questo minerale viene più facilmente assorbito dal corpo. Il Magnesio è indispensabile per l’utilizzo di Calcio e Potassio. Cattura l'acqua nei tessuti attraverso un processo detto osmosi, richiamando così anche gli acidi presenti nei tessuti e nel sangue, di cui favorisce l'eliminazione. Alimenti ricchi di Magnesio sono legumi, cereali integrali, frutta secca, banane, vegetali a foglie verdi.
Indicazioni: Aiuta ad alleviare i crampi muscolari dovuti a sforzi fisici intensi. Il Magnesio contribuisce a migliorare il flusso energetico, riduce l'accumulo di acido lattico nei muscoli durante lo sforzo fisico.
Citrato di Potassio
Descrizione: È il sale di Potassio dell’acido citrico. Partecipa alla regolazione dell'equilibrio acido-base anche a livello gastrico. Cibi ricchi in potassio sono il pesce quali merluzzo e salmone e la maggior parte di frutta e verdura.
Indicazioni: Contribuisce al mantenimento di una normale pressione sanguigna e allo scambio elettrolitico delle membrane cellulari.

Cavita

Calcio Carbonato
Descrizione: È il sale di calcio dell’acido carbonico. Fonti alimentari di calcio sono il latte, i suoi derivati, le acque minerali naturalmente ricche di Calcio.
Indicazioni: È un utile supporto in tutti i casi di possibile carenza di questo minerale, che in particolare avviene nelle donne in menopausa e negli anziani, quando l'assunzione di Calcio attraverso gli alimenti non è più sufficiente al fabbisogno del nostro corpo. Il Calcio contribuisce anche a una normale neurotrasmissione, funzione muscolare, metabolismo energetico.
Vitamina D3
Descrizione: La Vitamina D3 è detta anche colecalciferolo. È sintetizzata nel corpo grazie alla presenza della luce solare. Fonti di Vitamina D3 sono l'olio di fegato di merluzzo, la carne di pesci grassi quali salmone e tonno, i funghi.
Indicazioni: La vitamina D3 è alla base della densità ossea, è indicata per contribuire all'assorbimento e l'utilizzo del Calcio e del Fosforo, al mantenimento di ossa e denti normali, alla crescita e il rafforzamento delle ossa. Il ruolo biologico primario della Vitamina D3 è il contribuire a mantenere normali livelli di Calcio nel sangue.
Fruttosio
Descrizione: È lo zucchero più diffuso in ambito alimentare.
Indicazioni: Si trova nella frutta, nel miele e in diversi vegetali. Viene assorbito nell'intestino e da qui passa nel fegato, dove viene velocemente convertito in glucosio per fornire energia all'organismo, in particolare durante gli sforzi fisici dove occorre un immediato apporto energetico a livello muscolare e metabolico. È infatti particolarmente indicato sia prima sia durante l'attività sportiva, negli sport di media e di lunga durata.

Maximum plus

Vitamina E
Descrizione: Si tratta in realtà di una famiglia di vitamine liposolubili e non di una singola sostanza. È contenuta nelle noci, negli spinaci, in diversi semi e olii vegetali.
Indicazioni: Ha attività antiossidante in quanto blocca la produzione di radicali liberi derivanti dall'ossidazione dei grassi. Aiuta a mantenere l'elasticità e il tono della pelle proteggendole dallo stress ossidativo
Destrosio
Descrizione: Chiamato anche Glucosio, è lo zucchero più diffuso in natura.
Indicazioni: È la principale fonte per la produzione a breve termine di energia nelle cellule e nei tessuti.
Fruttosio
Descrizione: È lo zucchero più diffuso in ambito alimentare.
Indicazioni: Si trova nella frutta, nel miele e in diversi vegetali. Viene assorbito nell'intestino e da qui passa nel fegato, dove viene velocemente convertito in glucosio per fornire energia all'organismo, in particolare durante gli sforzi fisici dove occorre un immediato apporto energetico a livello muscolare e metabolico. È infatti particolarmente indicato sia prima sia durante l'attività sportiva, negli sport di media e di lunga durata.
Maltosio
Descrizione: È uno zucchero che nell’alimentazione viene ricavato dalla scissione dell’amido (zucchero più complesso). Presente soprattutto in semi germinanti.
Indicazioni: Ha la funzione di produrre energia cellulare a brevissimo termine ed essendo uno zucchero composto solo da due molecole di glucosio risulta altamente digeribile.
Vitamina C
Descrizione: Detta anche Acido Ascorbico, è contenuta soprattutto in frutta e verdura quali prugne, kiwi, lamponi, guava, peperoni, cavolfiore.
Indicazioni: È un nutriente essenziale, che agisce come antiossidante proteggendo il corpo contro gli stress ossidativi.
Vitamina B2
Descrizione: È chiamata anche Riboflavina. Alimenti ricchi in Vitamina B2 sono spinaci, fegato di vitello, yogurt.
Indicazioni: Contribuisce a trasformare gli zuccheri e i grassi in energia. Ha anche funzione antiossidante, favorisce i metabolismi proteici.
Vitamina B5
Descrizione: È conosciuta anche come Acido Pantotenico. Carne come reni e fegato, cavolfiore, broccoli, lenticchie, yogurt, sono alimenti ricchi di Vitamina B5.
Indicazioni: Agisce in sinergia con le altre vitamine, è essenziale per le attività enzimatiche che intervengono nei processi di produzione di energia.

Neverage

Acido Lipoico
Descrizione: È un potente antiossidante contro i radicali liberi presenti sia all'interno (citoplasma) che all'esterno (membrana) delle cellule. È contenuto in quantità piccole in diversi alimenti, soprattutto fegato, reni, broccoli, spinaci. Caratteristica fondamentale dell'acido lipoico è la capacità di rigenerare altre sostanze antiossidanti come vitamina C, vitamina E, coenzima Q, glutatione, dopo che sono stati utilizzati dal nostro organismo.
Indicazioni: L'acido lipoico contribuisce alla normale funzione antiaging.
Acido jaluronico
Descrizione: Componente fondamentale dei tessuti connettivi, è il responsabile della resistenza ed elasticità della pelle, la sua diminuzione nei tessuti favorisce la formazione di rughe e inestetismi. Con l'avanzare dell'età, la quantità di acido ialuronico diminuisce e quindi la pelle perde compattezza.
Indicazioni: L'acido ialuronico, molto usato in medicina estetica, può essere definito un idratante naturale per la sua capacità di inglobare molecole d'acqua. Funge da lubrificante per le articolazioni.
Selenio
Descrizione: Si trova nella dieta di tutti i giorni e i cibi che ne contengono maggiori quantità sono cereali, pesce e uova.
Indicazioni: Il Selenio contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo, può quindi essere di beneficio per protegge i tessuti dall'invecchiamento e per mantenere l'elasticità della pelle, proteggendola dai danni provocati dai raggi UV. Contribuisce anche al mantenimento di unghie e di capelli normali.
Vitamina A
Descrizione: Conosciuta anche come retinolo, è contenuta in cibi di origine animale quali fegato, rene, uova e latticini, sotto forma di carotenoidi in alcuni frutti e vegetali (verdure scure o gialle, pomodoro, carote, albicocche, melone, mango). La Vitamina A è essenziale per il corretto funzionamento delle cellule epiteliali, per il mantenimento dell'elasticità e della morbidezza della pelle.
Indicazioni: Contribuiscce al mantenimento di una pelle normale, al normale metabolismo energetico, è coadiuvante della funzione antinvecchiamento e svolge un'importante funzione antiossidante.
Vitamina E
Descrizione: Si tratta in realtà di una famiglia di vitamine liposolubili e non di una singola sostanza. È contenuta nelle noci, negli spinaci, in diversi semi e olii vegetali.
Indicazioni: Ha attività antiossidante in quanto blocca la produzione di radicali liberi derivanti dall'ossidazione dei grassi. Aiuta a mantenere l'elasticità e il tono della pelle proteggendole dallo stress ossidativo
Carnosina
Descrizione: Lavora in sinergia con le vitamine A ed E, svolgendo un importante ruolo antiossidante. Si trova in generale in cibi ricchi di proteine quali pollo, pesce, manzo e maiale.
Indicazioni: La carnosina agisce a livello della membrana cellulare migliorandone le funzioni e rendendola meno sensibile all'attacco dei radicali liberi.
Coenzima Q10
Descrizione: Detto anche Ubichinone o semplicemente Coenzima Q (CoQ), è necessario per la produzione di energia cellulare. Alimenti ricchi di Coenzima Q sono le carni di manzo, soprattutto fegato, cuore e reni, noci e semi di soya. I livelli di Coenzima Q diminuiscono con l’età.
Indicazioni: Dalla sua funzione di trasportatore energetico deriva l'azione antiossidante. Il Coenzima Q stimola la rigenerazione della pelle e riduce i danni causati dai radicali liberi.

PhytoAntiox

Vitamina A
Descrizione: Conosciuta anche come retinolo, è contenuta in cibi di origine animale quali fegato, rene, uova e latticini, sotto forma di carotenoidi in alcuni frutti e vegetali (verdure scure o gialle, pomodoro, carote, albicocche, melone, mango). La Vitamina A è essenziale per il corretto funzionamento delle cellule epiteliali, per il mantenimento dell'elasticità e della morbidezza della pelle.
Indicazioni: Contribuiscce al mantenimento di una pelle normale, al normale metabolismo energetico, è coadiuvante della funzione antinvecchiamento e svolge un'importante funzione antiossidante.
Vitamina E
Descrizione: Si tratta in realtà di una famiglia di vitamine liposolubili e non di una singola sostanza. È contenuta nelle noci, negli spinaci, in diversi semi e olii vegetali.
Indicazioni: Ha attività antiossidante in quanto blocca la produzione di radicali liberi derivanti dall'ossidazione dei grassi. Aiuta a mantenere l'elasticità e il tono della pelle proteggendole dallo stress ossidativo
Carica papaya o Papaya
Famiglia: Caricaceae
Genere: Carica
Descrizione: Piccolo albero poco ramificato, fusto alto fino a 5-10 metri di consistenza tenera e poco legnosa con cicatrici dovute alla crescita e caduta delle foglie superiori. Foglie disposte a rosetta all’apice del tronco, larghe e palmate, i fiori sono prodotti nella parte ascellare delle foglie. Frutti di forma oblunga di colore verde, giallo, arancio o rosa.
Distribuzione geografica: Pianta originaria del Centroamerica, oggi diffusa anche in Asia e Africa.
Origine: Il frutto non maturo viene consumato da molte popolazioni come insalata dopo i pasti per poter aiutare il processo di digestione, le foglie venivano arrotolate attorno alla carne cruda per renderla più tenera grazie all’azione proteolitica del lattice.
Parti utilizzate: Frutto, lattice e foglie
Indicazioni: La papaia è da sempre usata per molteplici usi, ad esempio per combattere la stipsi (frutto maturo) e allo stesso tempo la dissenteria (frutto acerbo). È molto conosciuta per il contenuto di papaina e chimopapaina, due enzimi proteolitici che hanno azione antiossidante, antimicrobica e digestiva. Oltre a questi enzimi la papaia è ricca di vitamina C,E, B1, Sali minerali, carotene, flavonoidi, tutti composti utili contro il processo ossidativo.
Lycium barbarum o Goji
Famiglia: Solanaceae
Genere: Lycium
Descrizione: Pianta perenne a portamento arbustivo, foglie lanceolate di colore verde brillante o grigio-verde; fiori tubulari di colore viola acceso e si trovano all’ascella delle foglie. I frutti sono piccole bacche di colore rosso.
Distribuzione geografica: è origibario delle valli dell’Himalaya, della Mongolia, del Tibet e della Cina dove cresce spontaneamente.
Origine: Le bacche di Goji sono utilizzate nella medicina tradizionale cinese da migliaia di anni, veniva chiamato “frutto della longevità “. È considerato tutt’oggi la fonte di cibo più sana esistente sulla terra.
Parti utilizzate: Frutto
Indicazioni: Utilizzato come antinfiammatorio, antiossidante, capace di rafforzare il sistema immunitario. Il contenuto di Vitamina C nelle bacche di Goji è molto maggiore rispetto a qualunque altro frutto. Oltre a contenere grandi quantità di vitamine, sali minerali, carotenoidi e polisaccaridi presentano dei polisacaridi specifici finora trovati solo nelle Bacche di Goji, gli LBP. Queste hanno effetto immunomodulante, antiossidante.

PhytoCholesterol-Free

Plantago ovata o Psyllium
Famiglia: Plantaginaceae
Genere: Plantago
Descrizione: Pianta erbacea con infiorescenze a spiga, produce semi di colore bruno.
Distribuzione geografica: Nativa dell'Asia, cresce anche in Europa del sud, Nord Africa, Medio Oriente.
Origine: Utilizzata anticamente come rimedio naturale. Conosciuta anche col nome di Ispaghul. I semi di questa pianta si trovano in tutti i bazar indiani e sono di ampio uso alimentare e fitoterapico.
Parti utilizzate: Semi, in particolare la cuticola del seme
Indicazioni: Grazie alla presenza di mucillagine nella cuticola del seme, Psyllium è indicato per limitare l’assorbimento dei grassi e per regolarizzare la funzionalità intestinale. Ha anche un effetto prebiotico.
Berberis vulgaris o Crespino
Famiglia: Berberidaceae
Genere: Berberis
Descrizione: Albero alto 1-3 metri con grosse radici di colore scuro all’esterno e gialle all’interno, rami spinosi, foglie ellittiche arrotondate all’estremità con superficie larga e lucida e margine dentellato. Fiori gialli, i frutti sono delle bacche lunghe circa 1 cm di colore rosso contenente da 2 a 3 semi.
Distribuzione geografica: Originario dell’America meridionale e dell’Africa settentrionale. Cresce in zone aride montane fra 100 e 2000 metri
Origine: I frutti venivano usati dagli antichi egizi contro la febbre, oggi si usano in cucina per preparare marmellate e sciroppi
Parti utilizzate: Corteccia delle radici, foglie e frutti
Indicazioni: Per il contenuto in berberina, un alcaloide vegetale, risulta utile nella riduzione del colesterolo e dei trigliceridi.
Rosmarinus officinalis o Rosmarino
Famiglia: Lamiaceae
Genere: Rosmarinus
Descrizione: Arbusto alto 50-300 cm. Ha radici profonde, fusto legnoso, fiori di colore azzurro-violetto.
Distribuzione geografica: Originario dell'Europa, Asia e Africa; cresce spontaneo nell'area mediterranea.
Origine: Il nome viene dal latino e significa "rugiada del mare". Viene utilizzato sia in cucina sia come pianta medicinale.
Parti utilizzate: Foglie e fiori
Indicazioni: Il Rosmarino aiuta le funzioni epatiche e della colecisti. Ha anche funzione digestiva e diuretica, antiossidante.
Opuntia ficus-indica o Ficodindia
Famiglia: Cactaceae
Genere: Opuntia
Descrizione: : Pianta succulenta che raggiunge fino a 3-5 metri d’altezza. Fusto composto da cladoni detti anche pale, ricoperti da una cuticola cerosa che protegge la pianta dall’evaporazione e dai predatori. Dopo il quarto anno i cladoni lignificano formando un vero tronco. Foglie effimere, piccolissime. Spine lunghe 1-2 cm e glochidi, spine piccolissime munite di uncini che, se si impiantano nella cute, sono difficili da estrarre. Fiori di colore giallo-arancio. Il frutto è una bacca carnosa con numerosi semi di colore variabile dal giallo-arancione al rosso al bianco a secondo della varietà.
Distribuzione geografica: Originaria del Messico centrale, diffusa poi anche nel bacino Mediterraneo dove arrivò con Cristoforo Colombo.
Origine: : Gli aztechi utilizzavano l’Opuntia come alimento, foraggio, per la legna e come colorante rosso, era inoltre parte integrante della loro tradizione medica. Il succo delle pale è utilizzato in Messico per il diabete, gli indiani d’America lo usano contro le bruciature.
Parti utilizzate: Foglie
Indicazioni: A seguito di diversi studi si è visto che la pianta ha caratteristiche proprietà che riescono a contrastare l’accumulo di grassi, quindi oltre ad essere un valido aiuto per la perdita di peso e il controllo della glicemia è utile per regolare i livelli di lipidi e colesterolo.

PhytoDetox

Medicago sativa o Erba medica o Alfa-alfa
Famiglia: Fabaceae
Genere: Medicago
Descrizione: Pianta erbacea perenne che raggiunge l’altezza di 3-5 metri. Le foglie sono trifoliate picciolate, infiorescenza a racemo con fiori zigomorfi di colore viola-azzurro. I frutti sono dei legumi spirati con 2-6 semi di dimensioni molto piccole.
Distribuzione geografica: Originaria dell’Asia sud-occidentale, diffusa in Italia nord-est
Origine: Pianta foraggera per eccellenza per il suo elevato contenuto proteico e vitaminico, inoltre è un vegetale azotofissatore e quindi arricchisce terreni impoveriti di azoto. L’utilizzo come pianta foraggera risale ad almeno 2000 anni fa, era infatti conosciuta da Greci e Romani.
Parti utilizzate: foglie e semi
Indicazioni: Contiene ben 40 diversi bioflavonoidi con azione antiossidante, vitamine, minerali. Consigliata per sostenere la funzione fisiologica epato-pancreatica e renale, utile per depurare l’organismo.
Cichorium intybus o Cicoria comune
Famiglia: Asteraceae
Genere: Cichorium
Descrizione: Pianta erbacea perenne con fiori di colore celeste, raggiunge un’altezza massima di 1,5 metri. Radice a fittone di colore bruno scuro, il fusto è eretto con superficie ricoperta da peli setolosi rivolti verso il basso, l’interno è cavo. Foglie basali a rosetta lanceolate, foglie cauline più piccole lanceolate e con margine dentellato. Infiorescenze a capolino disposte nella parte ascellare delle foglie, i fiori si aprono al mattino e si chiudono al pomeriggio. Il frutto è un achenio ovoidale allungato.
Distribuzione geografica: Diffusa in tutto il mondo in zone temperate .
Origine: La pianta è conosciuta fin da tempi molto antichi, in un papiro egizio di 4000 anni fa ne sono descritte le proprietà curative. Anche nell’antica Roma veniva già utilizzata e definita “amica del fegato”.
Parti utilizzate: Radice e foglie
Indicazioni: Nella tradizione popolare la Cicoria comune è utilizzata per depurare l’organismo, come rinfrescante, emolliente. Ha azione depurativa del fegato e aiuta ad eliminare le tossine attraverso la diuresi.
Urtica dioica o Ortica
Famiglia: Urticaceae
Genere: Urtica
Descrizione: Pianta erbacea perenne raggiunge i 2 metri di altezza. Fiori di colore verde, quelli femminili raccolti in spighe lunghe e pendenti, quelli maschili in spighe erette. Foglie e fusto ricoperti da peli urticanti.
Distribuzione geografica: Nativa del Nord Europa, Asia, Nord Africa e Nord America.
Origine: Gli antichi greci la utilizzavano come diuretico e lassativo.
Parti utilizzate: Foglie
Indicazioni: Utilizzata come alimento, per tessere stoffe simili alla canapa e come colorante per tessuti. Coadiuva le fisiologiche funzionalità depurative dell’organismo, in particolare delle vie urinarie. Aiuta il drenaggio dei liquidi. E’ un ottimo aiuto anche per il benessere di unghie e capelli.
Garcinia mangostano
Famiglia: Clusiaceae
Genere: Garcinia
Descrizione: Pianta sempreverde tropicale con altezza compresa tra i 7 e i 25 metri. Frutto tondeggiante, commestibile e di colore viola quando raggiunge la maturazione; contiene una polpa bianca.
Distribuzione geografica: Nativa delle isole della Sonda e Molucche, oggi presente in Indonesia, Malesia, Filippine.
Origine: Usato nella medicina tradizionale del sud-est asiatico come antinfiammatorio, contro ferite, dolori addominali, dissenteria.
Parti utilizzate: Frutto
Indicazioni: Ha funzione antiossidante e coadiuva a supportare le naturali difese dell’organismo.

PhytoRelax

Citrus aurantium var. dulcis Arancio dolce
Famiglia: Rutaceae
Genere: Citrus
Descrizione: Albero che può arrivare fino a 12 metri d’altezza, foglie allungate e carnose, fiori di colore bianco, frutti rotondi con polpa e buccia di colore arancione. Oggi l’arancio è l’agrume più coltivato al mondo, ne esistono centinaia di varietà.
Distribuzione geografica: Cina e Sud-Est asiatico
Origine: Originario dell’Asia tropicale orientale. Sarebbe stato importato in Europa nel XIV secolo dai marinai portoghesi, esistono però tracce dell’esistenza dell’arancio in Sicilia già nel I secolo d.C. È un antico ibrido tra pomelo e mandarino ma da secoli cresce come specie propria.
Parti utilizzate: Radice
Indicazioni: Utilizzato fin da tempi antichi in medicina, ricco di vitamina C, flavonoidi trova impiego anche in cucina. È indicato per chi ha bisogno di un rilassante, un sedativo naturale. La buccia è fonte di essenze.
Humulus lupulus o Luppolo
Famiglia: Cannabaceae
Genere: Humulus
Descrizione: Pianta erbacea rampicante che può raggiungere i 7 metri, fiori maschili riuniti a pannocchie di colore verdognolo e fiori femminili raggruppati in infiorescenze a forma di cono.
Distribuzione geografica: Nativo dell'Europa e dell'Asia occidentale
Origine: Usato in Olanda all'inizio del XIV secolo per la produzione di birra, il nome latino deriva dal fatto che, quando la pianta cresce, si avvolge intorno ai salici impedendone lo sviluppo fino alla morte, come il lupo fa con la pecora.
Parti utilizzate: Infiorescenze
Indicazioni: Ben conosciuto come ingrediente della birra, in fitoterapia è utilizzato contro gli stati di ansia, aiuta a ritrovare la calma dopo periodi di stress. Ha effetto tonico e calmante dell'ipereccitabilità nervosa, agisce contro gli stati di angoscia e contro l'insonnia.
Carthamus tinctorius o Zafferanone
Famiglia: Carthamus tinctorius o Zafferanone
Genere: Carthamus
Descrizione: Pianta erbacea annuale di altezza 1-1,4 metri, foglie superiori e brattee floreali spinose, radice a fittone molto profonda. Infiorescenze a capolino portante fino a 100 fiori di colore giallo, giallo-rosso o bianchi, ermafroditi. I frutti sono acheni di colore bianco.
Distribuzione geografica: Diffuso in Asia e in Europa fu poi importato e coltivato in America a partire dal 1925.
Origine: : è una delle coltivazioni più antiche del mondo. Si pensa che la sua origine sia nella parte meridionale dell’Asia. Ne esistono molte varietà adatte a diverse condizioni ambientali. Coltivato per l’olio commestibile estratto dal seme. Gli antichi egizi lo usavano per tingere le bende delle mummie.
Parti utilizzate: semi, fiori
Indicazioni: I semi ricchi di olio sono utilizzati in fitoterapia negli stati infiammatori del fegato, i fiori invece sono sedativi e rilassanti.

Phytovigor

Avena sativa o Avena comune
Famiglia: Poaceae
Genere: Avena
Descrizione: Pianta a fusto erbaceo, cavo, sottile e diviso in internodi, le foglie sono sottili e allungate con nervature parallele avvolte a guaina attorno al fusto. Fiori riuniti in infiorescenze a gruppi di 2-3 a forma di spighette. I frutti, detti cariossidi, sono ricchi di amido e avvolti da glumette che terminano in sottili ariste.
Distribuzione geografica: Origine incerta contestata tra India, Cina ed Egitto.
Origine: Le varietà idonee all’ agricoltura furono selezionate circa 4500 anni fa. Oggi è al 7° posto tra i cereali più coltivati al mondo. Utilizzata come alimento per l’uomo, ha anche un uso foraggero molto importante.
Parti utilizzate: semi
Indicazioni: Nota per le proprietà calmanti, allo stesso tempo aumenta il desiderio sessuale e le prestazioni sia negli uomini che nelle donne. Negli uomini sembra agire aumentando il flusso sanguigno mentre nelle donne porta un rilassamento che poi stimola il desiderio sessuale.
Paullinia cupana o Guaranà
Famiglia: Sapindaceae
Genere: Paullinia
Descrizione: Pianta rampicante sempreverde che può crescere fino a 13 metri, può anche restare eretta. Foglie alterne a picciolo corto, coriacee con la parte superiore di colore verde lucido e quella inferiore verde opaco. Fiori bianchi singoli o spesso raccolti in gruppi, leggermente peduncolati. Il frutto è una drupa con buccia di colore rosso vivo, polpa biancastra che racchiude il seme legnoso.
Distribuzione geografica: Originaria della foresta Amazzonica
Origine: Pianta considerata sacra da molte tribù indios, in particolare i Guaranì. Secondo una leggenda la pianta sarebbe sbocciata dagli occhi della fanciulla più bella della tribù ed è per tale motivo che i frutti quando si aprono ricordano degli occhi neri. Era considerata dagli indios un elisir di lunga vita in quanto forniva cibo, mezzi per curare malattie e aiutava a sostenere l’organismo. Veniva usata dalle varie tribù per incrementare la resistenza fisica.
Parti utilizzate: semi
Indicazioni: Contiene un analogo della caffeina noto come guaranà che ha effetti eccitanti. Aumenta la resistenza fisica, migliora le prestazioni sia fisiche che mentali.
Ilex paraguariensis o Yerba mate
Famiglia: Aquifoliaceae
Genere: Ilex
Descrizione: Pianta che cresce a cespuglio ma che poi si sviluppa in albero che può crescere fino a 15 metri, le foglie sono sempreverdi di forma ovoidale con margine dentellato. I fiori sono piccoli, di colore bianco-verde con 4 petali, il frutto è una drupa rossa di circa 4-6 mm di diametro.
Distribuzione geografica: Originaria del Sud America, in particolare Argentina, Paraguay, Uruguay e Brasile .
Origine: Utilizzata fin da tempi antichi per produrre la bevanda chiamata mate, un infuso fatto ponendo le foglie in acqua calda e che poi si condivide con amici. Il mate era originariamente consumato dai Guaranì, poi si è diffuso nel sud del Brasile, Paraguay e successivamente, a seguito della colonizzazione, nelle colonie spagnole. Oggi il più grande produttore di mate è il Brasile.
Parti utilizzate: Foglie
Indicazioni: Utilizzato come tonico-stimolante, contiene caffeina e altre xantine ma nonostante ciò non genera insonnia è anzi in grado di conferire ai muscoli una notevole resistenza alla fatica.

Seguici

 Facebook  Newsletter