Pillole di salute

Chiusura Estiva


Ortas International Group

    Chiusura festività natalizie

     Durante il periodo natalizio la Ortas International Group seguirà i seguenti giorni di chiusura:

        dal 22 Dicembre 2017 al 2 Gennaio 2018. 

Giorno 22 Dicembre 2017 la Ortas International Group sarà aperta dalle 9 alle 12 per rispondere alle telefonate.

Giorno 27 Dicembre 2017 la Ortas International Group sarà aperta dalle 9 alle 12 per rispondere alle telefonate.

I nostri uffici saranno aperti regolarmente dal 3 gennaio 2018.

Giovedì, 8 Maggio, 2014

La “magia” delle tisane

Si definisce tisana una soluzione acquosa diluita di sostanze medicamentose formata da estratti di piante.

Si definisce tisana una soluzione acquosa diluita di sostanze medicamentose formata da estratti di piante.

Una tisana può essere preparata con una o più erbe. Ogni erba ha una sua specifica funzione a seconda dell’utilizzo che si fa.

Si differenziano diversi tipi di tisane a seconda  del metodo di estrazione dei principi attivi dalle piante:

Infuso:  utilizzato per estrarre i principi attivi dalle parti più delicate delle piante quali fiori, foglie, frutti e parti erbacee. Si versa acqua bollente sulle parti della piante selezionate essiccate e sminuzzate e si lascia in infusione per circa 10-15 minuti dopodiché si procede alla filtrazione  fino a spremere il residuo solido rimasto sul colino.

Decotto: utilizzato per estrarre i principi attivi, purché non siano termolabili, dalle parti delle piante più duri quali radici, semi, corteccia o legno. Le parti selezionate della pianta opportunamente  tagliate vengono messe in un recipiente per la cottura con acqua distillata, si porta il tutto a ebollizione si lascia bollire dolcemente per 2 - 15 minuti, si lascia intiepidire per circa 15 minuti e alla fine si filtra con un colino.

Macerato: utilizzato per estrarre principi attivi termolabili e volatili dalle piante, si usano acqua o altri liquidi a  temperatura ambiente uniti alla parte della pianta opportunamente sminuzzata, si lascia riposare per diverse ore fino ad alcuni giorni, infine si filtra il preparato attraverso un colino.

I primi accenni storici riguardanti l’uso di piante per trattare disturbi e malattie risalgono al  3500-2800 a.C. in India. Le testimonianze scritte indiane, in cui sono riportate oltre 700 piante utilizzate per il trattamento di malattie risalgono al 400 a.C. . è curioso come in regioni diverse del  mondo si trovano testimonianze dell’uso di erbe a scopo terapeutico  risalenti circa allo stesso periodo .

Come accennato in precedenza esistono tisane fatte con una sola pianta e tisane composte da diverse piante.

Alcune tisane formulate da piate singole:

Rooibos: Originario del Sud Africa, la pianta è l’Aspalathus linearis , sta ottenendo sempre maggiori attenzioni per le sue proprietà antiossidanti. La pianta fa parte della famiglia delle Leguminose, si tratta di cespuglio con fiori gialli. La tisana di Rooibos assume in seguito ad essicazione il tipico colore rosso (da cui deriva il nome) e non contiene sostanze eccitati.

Cyclopia o cespuglio del miele: Originaria del Sud Africa, ha un gusto gradevole simile al miele, Leguminosa con fiori di colore giallo intenso e luminoso. Nella tradizione è impiegata per disturbi respiratori e come sostituto del tè per la mancanza di sostanze eccitanti. Utilizzata anche come rilassante.

Karkadé: Pianta diffusa in Africa e Asia, la pianta Hibiscus sabdariffa della famiglia delle Malvaceae ha fiori con calice rosso rubino da cui si ricava la nota tisana per uso antisettico urinario e diuretico, ottimo antiossidante. 

Alcune tisane composte da diverse piante:

Tisane Rilassanti: composte in generale da piante con effetto calmante e rilassante quali Valeriana, Tiglio, Camomilla, Passiflora.

Tisana digestiva: composta da piante i cui estratti aiutano la digestione eliminando lo stato di pesantezza dopo i pasti. A base di Carciofo, Tarassaco, Fumaria, Menta piperita, Anice, Finocchio.

Tisana depurativa:  composta da piante con nota azione depurativa per il fegato a base di cardo mariano, tarassaco, Curcuma, menta, ortica

Tisana dietetica: Sono composte da piante con proprietà diuretiche, drenanti  e depurative. Erbe consigliate per dimagrire sono il tarassaco, l’equiseto, achillea millefoglie, ottimi diuretici; semi di finocchio, foglie di betulla, radice di asparago, hanno effetti drenanti; senna e radice di rabarbaro hanno effetto purificante, cioè lassativo; erbe che invece aumentano il metabolismo basale, quindi fanno bruciare più grassi e aumentare il senso di sazietà sono il tè verde e il fucus.

Potremmo elencare tantissime altri tipi di tisane formulate per diversi usi, infatti la natura è ricca di piante con principi attivi utili a combattere diverse malattie e disagi. La natura in sé è la farmacia più grande e con più scelta a cui possiamo rivolgerci in caso di bisogno.

 

Dott.ssa Anna Hastings

 

Seguici

 Facebook  Newsletter