I danni dei radicali liberi: come combatterli e prevenirli!

Giovedì, 24 Gennaio, 2013
E’ risaputo: l’accumulo dei radicali liberi è dannoso per la salute in quanto essi alterano i nostri più importanti meccanismi biologici, in particolare il DNA che può andare incontro a mutazioni, oltre a favorire la disgregazione delle strutture proteiche e delle membrane cellulari.

Come abbiamo detto nel precedente articolo, il danno avviene quando il rapporto tra radicali liberi e loro naturale inattivazione è scompensato e quindi i radicali sono presenti in quantità tale da causare il danno. Ciò accade per vari motivi: malattie, uso prolungato di farmaci, trattamenti chemioterapici, dieta alimentare  inadeguata, abuso di alcool, intensi stress psicofisici, esposizione a radiazioni ionizzanti, debilitazione del Sistema Immunitario.

Le conseguenze del danno dei radicali liberi sono di importanza tale  da essere indicati come fattori di concausa della carcinogenesi, dell’invecchiamento, dell’arteriosclerosi, delle malattie cardiovascolari, delle malattie renali e del fegato, della morte cellulare, del Morbo di Parkinson, dell’Osteoartrite, della Degenerazione Maculare.

Gli integratori antiossidanti sono, insieme a una sana alimentazione, il modo più efficace per combattere e prevenire l’accumulo dannoso dei radicali liberi. Il mercato ne offre di tutti i tipi. Ma occorre fare la differenza tra le svariate offerte: infatti, affinché il prodotto antiossidante abbia azione effettiva contro i radicali, occorre che esso contenga principi ed elementi cosiddetti “scavanger”, ovvero in grado di eliminarli in modo definitivo trasformandoli in sostanze di scarto non più utilizzabili dalle cellule. Gli elementi antiossidanti con funzione “scavanger” sono in  numero piuttosto limitato e tra i più potenti si annoverano la Vitamina A, la Vitamina E, la Melatonina. Il ruolo antiossidante di queste Vitamine è ben noto ed esistono in merito molti studi, mentre è meno noto al pubblico il ruolo antiossidante che svolge la Melatonina. La Melatonina ha un potere antiossidante doppio rispetto alle Vitamine A ed E; inoltre essendo sia liposolubile sia idrosolubile, essa è in grado di attraversare tutte le barriere fisiologiche che impediscono agli altri elementi di raggiungere tutti i possibili siti in cui si accumulano i radicali liberi.

Concludiamo affermando che gli integratori che contengono contemporaneamente nella loro formulazione questi tre elementi, sono quelli con un più sicuro effetto antiossidante.

Seguici

 Facebook